«La parola “gratuito” ha un grande fascino. Difficilmente pagheremmo per ciò che abbiamo avuto gratis. Lo dimostra un esperimento piuttosto divertente. In una università hanno messo in vendita due tipi di cioccolato: uno più buono a cinque dollari e uno meno buono al prezzo di due. Tutti hanno comprato il più caro. Quando invece hanno messo in vendita quello più buono a tre dollari e gratis il peggiore, tutti hanno scelto il secondo. Questo spiega che l’abitudine, in senso economico, è una forza molto potente. Fondamentale. Funziona anche in senso opposto: ci hanno anche abituato a spendere, senza troppo riflettere, per acquistare qualcosa di cui non abbiamo veramente bisogno ma riteniamo abbia il potere di farci stare meglio, di consolarci.
— Leer en www.marieclaire.com/it/lifestyle/cultura/a21066202/pagare-o-non-pagare-walter-siti-intervista/

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión /  Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión /  Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión /  Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión /  Cambiar )

w

Conectando a %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.